top of page

FESTA DELLA BEFANA: UNA GRANDE AVVENTURA PER AIUTARE LA BEFANA!

Il freddo di Gennaio porta con sé il ricordo di un’antica leggenda: la storia di potenti maghi e demoni oscuri, siete pronti a scoprirla?


Un castello incantato che apre uno squarcio nella fantasia di grandi e piccoli, con personaggi talvolta epici, talvolta buffi….


Una storia dove la Storia diventa gioco ed un gioco diventa Storia nella memoria dei più piccoli!


Molti personaggi di racconti medievali hanno origini celtiche e si sono fusi con simbolismi cristiani, come ad esempio la figura del mitico Re Artù e quella del Re Pescatore, entrambi personaggi cristologici.


I miti che le feste natalizie ripercorrono hanno sempre lo stesso tema, vitale per l’uomo: la vittoria della luce sulle tenebre, del calore sul gelo dell’inverno, della vita sulla morte. I romani raffiguravano questa vittoria con la figura del Sol Invictus. L’astro bambino che ritorna a crescere dopo essersi quasi spento nell’avanzata del buio e del freddo invernale. È proprio al culmine dell’inverno, intorno al solstizio del 21 dicembre, che le giornate ricominciano ad allungarsi.


È un’immagine celestiale, divina, cosmica, siderale. Bianca e splendente come la luce delle stelle, come la cometa in cima all’albero, che risplende di decine di candele accese. Le fiammelle rappresentano il calore del sole, il fuoco che riporta la vita, l’energia che crea e nutre. L’albero, l’abete sempre verde, si ricopre di frutti colorati, mele rosse, e piccoli balocchi, introdotti nell’Inghilterra vittoriana per allietare i cuori dei bambini. Nastri e fiocchi, arance ferite con pungenti chiodi di garofano, bastoncini di cannella. Fronde di pino odoroso, arance essiccate, le bacche rosse dell’agrifoglio. Le pigne raccolte dal bosco e usate come decorazione. Il vischio candido, pianta sacra ai druidi celti, è il simbolo della fortuna dell’anno nuovo.


I dolci natalizi sono speziati, zuccherati, carichi di frutta secca, di miele, di cannella. I colori delle glasse rendono allegri e golosi questi trionfi di gola, che in ciascuna tradizione si declinano in forme e contenuti diversi, ma sempre dei capolavori di arte culinaria. Talvolta sull’albero si trovano appesi dei grandi biscotti di pan di zenzero a forma di casette natalizie, con i vetri di glassa di zucchero.

Il 6 gennaio, potrai anche incontrare tra questi personaggi.. la Befana, che avrà bisogno dell'aiuto di tutti i piccoli e del Cavaliere del Castello.







44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page